Tutto ciò che ami va alimentato, sempre.

Credo che dovremmo essere noi stessi a ricordarci perché facciamo ancora certe cose.
Mi spiego: dovremmo riflettere sul perché non abbiamo mollato fino ad ora e sul perché continuiamo. Che sia amore, amicizia, lavoro, relazioni, rapporti…

Cos’è che ci spinge?
Cos’è che ci fa ostinare?
Cos’è che non ci fa mollare la presa?

E soprattutto, vale la pena?
E’ necessario?
O è meglio lasciar andare?

Credo che dovremmo metterci alla prova: darci delle nuove sfide, porci delle domande e riflettere.
Perchè esiste sempre quel momento in cui scegli “cedo o non cedo”, “continuo o mollo”, “insisto o abbandono”, “vale la pena o no”.

E cos’è che ci fa scegliere?

Perchè alla fine scegliamo sempre, inconsciamente o razionalmente.
Perchè anche il non fare niente è comunque una scelta.

Ecco, dobbiamo essere più consapevoli. Nel bene e nel male.

Ci pensavo durante il mio viaggio di ritorno da Rimini (Web Marketing Festival). Mi sono regalata un 3 giorni di immersione totale nel mio mondo per stimolarmi, per incuriosirmi, per alimentarmi.

Questo è il punto: avevo bisogno di capire, di sviscerare, di essere consapevole.
… E sono tornata più convinta che mai che questo è il mio lavoro, questa è la mia strada, questo è il mio mondo, il mio tutto. Lo amo.

Ma come ogni cosa che si ama,
va alimentata, custodita, curata, accompagnata.
E io avevo bisogno di ridare un po’ di linfa a tutto questo.
Ed è servito.

E allora pensavo… perchè non farlo con tutto il resto? O perchè farlo?

Certamente non dobbiamo passare al setaccio ogni minimo aspetto della nostra vita, ma potremmo essere più consapevoli di ciò che facciamo, viviamo e sentiamo. Perchè ci farebbe stare meglio, perchè ameremmo di più certe cose e perchè allontaneremmo ciò che non ci fa stare bene.

E riflettendo su tutte queste cose, l’altra sera ho scritto di getto questo su Facebook:

Non sarà semplice,
ma imparerò a
conservare il buono
e ad eliminare
ciò che buono
non è…

Parto da me. Inizio da me. E andrò avanti. Ho scelto di scegliermi. Sempre. Perchè solo io sarò con me tutta la vita. E ho scelto di alimentare ciò che mi fa stare bene per stare ancora meglio. E ho scelto di lasciare la presa con le situazioni che non posso cambiare. Penso si tratti di maturità, consapevolezza e amore per se stessi.

Che io possa avere la forza di cambiare le cose che posso cambiare,
che io possa avere la pazienza di accettare le cose che non posso cambiare,
che io possa avere soprattutto l’intelligenza di saperle distinguere.

(T. Moro)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...